Steve Sperguenzie

Presenzierà alla VI edizione di Disanima Piano (settembre 2019)
 
Luca Vinciguerra nasce a Livorno nel 1966, figlio del noto pittore livornese Antonio Vinciguerra, dopo il Liceo Artistico a Lucca e l’iscrizione alla facoltà di Architettura di Firenze si mette in gioco frequentando corsi di designer, restauro, incisione ed aerografia, crea una sua associazione culturale e lavora in un suo studio livornese. Grafico, scultore, pittore, musicista, cantante rock, Luca è tutto questo, si fa chiamare Steve Sperguenzie, ed è definito un incrocio tra Mick Jagger e Roger Daltrey. Suona e canta in un’orchestra con un’ukulele.
Nell’opera di Luca musica ed arte visiva sono strettamente connesse in un linguaggio forte che, attraverso il fumetto, crea immagini audaci ed esplosive: cani senza testa, poltrone a forma di lingua come la “stoneschair”, città grottesche fatte di pittura, scultura e cuori incatenati.                 
Ciò che caratterizza le creazioni di Luca sono anche la passione per le cose belle e la ricerca del bello senza nessuna barriera, con un’immensa poesia tra le contaminazioni più disparate.
I suoi soggetti, apparenti segni puramente grafici e decorativi, svelano una naturale godibilità e affidabilità venendo incontro al nostro inconscio bambino, ma poi ci rivelano inquietanti verità, forti dualismi e durissimi contrasti, sentimenti che servono a far riflettere con l’arte sull’uomo e gli enigmi che lo schiacciano a mortale e lo rapportano a quotidiane bestialità. 
 
L’arte di Steve Sperguenzie è avvolta da fili invisibili e bellissimi, che aiutano non solo a (ri)trovare la strada della comunicazione e della bellezza, ma che collegano tutti gli stadi dell’esistenza. In prima battuta, a emergere chiaro e forte, è il rapporto fra passato e presente che tende al futuro, perché nelle sue opere ci sono schegge infantili che tuttavia si proiettano veloci verso la parte più oscura e adulta di noi. Il secondo filo è quello che collega questo nostro mondo a quello dorato e luccicante del paese dei balocchi, dove ogni follia ha diritto di cittadinanza, dove ogni sogno può realizzarsi per il semplice fatto che lo si è sognato.
Guardate le Stones Chair, che catturano la lingua degli Stones ma la mettono a sedere, perché nella visione di Sperguenzie la trasgressione si piega leggermente senza mai mettersi le pantofole.
Guardate le linee di colore che avanzano come onde lisergiche senza mai toccarsi, per evitare il corto circuito dei decenni. Guardate l’airOld’o, che sembra fuggito da Carosello solo per osservare la giostra delle età, perché le stagioni si rincorrono in tondo, ma non si diventa mai adulti, non si rimane mai solo bambini.
Sperguenzie è rock e fumetto, psichedelica e design, icona e racconto e, al tempo stesso, non è niente di preciso. Come i veri artisti, anche le linee più forti sfumano nel segno e nello stile fino a comporre un unico canto, quello della fantasia che vince sulla ragione.
 
Expo e Mostre

La Galerie National - Alserkal Avenue - Dubai
La Fabbrica del Vapore, collettiva “in my secret life” ideata da Massimo Cotto - Milano
Castiglioncello Torre Medicea - Livorno
Palazzo Ottolenghi, personale -  Asti

Gestalt Gallery Temporary, Fuori Salone - Milano
Galleria Cavour International Art Center

Bongiovanni Gallerie, expo: “magic number”

Fiera Arte Padova    
Prima biennale internazionale d'arte contemporanea, presentata da Vittorio Sgarbi
- Palermo
ASSOCIAZIONE CULTURALE DISANIMA PIANO
Via Mazzini, 23 - 46100 Mantova
C.F. e P.IVA 02491110207
IBAN: IT93 G035 8901 6000 1057 0666 554
Sigla.com - Internet Partner