Cherries On a Swing Set

Un gruppo vocale di cinque cantanti provenienti da esperienze musicali diverse, che hanno scelto la voce “concertata” come mezzo per esprimere la propria sensibilità artistica.
Queen, Abba, Beatles, Coldplay, Mia Martini, Tiziano Ferro, Madonna, Adele... tra i loro artisti preferiti che riprendono e stravolgono attraverso le tecniche della scrittura polifonica vocale classica e le moderne tecniche dei beat box e dell’imitazione strumentale. 
l loro lavoro nasce dalla consapevolezza di un tradizione antica di secoli, il cantare “punto-contro-punto”, linguaggio musicale che nasce nel lontano rinascimento e trova una sua continuità nel tempo fino ad arrivare ai giorni nostri, arricchito dalle esperienze avanguardistiche del ‘900 e delle moderne acquisizioni delle armonie jazz e dello swing. 
Una tradizione che si attualizza e rinnova nel loro repertorio.  Sono stati ospiti a più edizioni di Disanima Piano. 

Il gruppo, attualmente formato da cinque elementi, nasce a Orvieto nel 2009 sotto la direzione artistica di Stefano Benini.  
Debutta nel 2010 al teatro S.Cristina di Poano (Tr) nello spettacolo “Cherry Pie” con il quale si è esibito in numerose manifestazioni in tutta la penisola.
Con gli spettacoli  “Controtempo” e “Phoenix a cappella visual show” (Orvieto, Teatro Mancinelli - 2012), i Cherries si confermano all’attenzione di un pubblico più vasto e attento allo stile del gruppo.
Numerosi i festival e le rassegne di musica vocale dove sono stati protagonisti: Venti ascensionali (Orvieto, 2010), Incontri musicali (Tivoli, 2011), Festa Europea della musica (Roma, 2011), Vocal night (Colleferro 2011 e 2012), Vokalfest (Roma 2012 e 2013), Music Antium (Anzio, 2012 e 2015), Umbria Folk Festival (Orvieto 2013,2014 e 2015), San Valentino Jazz (Terni, 2014), Solevoci (Varese, 2015), Musica Riva Festival (Riva del Garda, 2015), Etruria Musica Festival (Tarquinia, 2015). Si sono inoltre esibiti importanti live club della capitale come: Stazione Birra, Alexander Platz, Teatro Centrale Carlsberg.  Nel 2011 partecipano a Firenze a un workshop tenuto dagli Swingle Singers.  Hanno aperto i concerti degli Aria Corte, Giusy Ferreri e condiviso il palcoscenico con importanti personaggi del mondo dello spettacolo come Maurizio Mattioli, Marco Baldini, Franco Simone, Imany, Francesco Di Giacomo, Fausto Mesolella, Hevia e Ambrogio Sparagna. Con quest’ultimo nasce un’importante collaborazione che porterà il gruppo vocale ad approfondire lo  studio della canzone popolare italiana.  Sotto la direzione dello stesso, si esibiscono nel 2013 presso l’auditorium Parco della Musica di Roma insieme all’orchestra popolare Italiana e all’attore Massimo Popolizio.
Seguono altre collaborazioni come l’esecuzione della “Messa Popolare” per voci, organetto e percussioni e ancora duetti con Peppe Servillo nello spettacolo a carattere natalizio “ Fermarono i cieli”. Nel 2011 vincono a Perugia il concorso nazionale “Saremo al Centro” per la categoria cover live, mentre l’anno successivo partecipano al contest internazionale di Solevoci di Varese aggiudicandosi il premio speciale della giuria per la migliore performance scenica.                                     
Nel 2014 si classificano secondi al Winter Vocal Festival di Pinerolo e nel 2015 ricevono il premio Voceania a Roma.  Tra le varie esperienze si può annoverare il musical “Noi, Pinocchio senza fili” del compositore Dino Graziani  e la partecipazione al progetto “Itaca” assieme ai più noti gruppi vocali, con l’incisione del brano Iridis, pubblicato e diffuso  su diverse piattaforme online.  
Il quintetto ha all’attivo l’incisione del singolo “Araba Phoenix” e la realizzazione del suo videoclip.   Segue la pubblicazione del videoclip di “Piccolo  uomo”, omaggio a Mia Martini nel ventennale della sua scomparsa.
“Una cavalcata attraverso la music pop degli ultimi cinquantenni, armonizzata a più voci con effetti sonori notevoli e accattivanti, proposta con coreografie e piccoli sketch. Una serata di classe, garbo e misura, ma allo stesso tempo con brio, trascinante e un’esplosione di colori” (La Nazione - marzo 2011)
   
“Across the sky”  
E’ l’album di debutto del quintetto, dieci brani dei quali due inediti (The Hunting e  L'Equilibrista) e otto cover.
Tra queste, due si distinguono per la loro originalità: il mash up Eye of the Tiger / Un' emozione da poco (celebre canzone dei Survivor scritta per la colonna sonora del film Rocky che si incontra con uno dei pezzi più famosi di Anna Oxa) e il brano intitolato “La Serpe a Carolina”, canto giacobino scritto a Napoli nel 1799 durante la rivoluzione partenopea.
Il primo ha un impatto rock valorizzato da un suono dal sapore elettronico, mentre nel secondo i Cherries mettono a frutto l' esperienza maturata nel folk con Ambrogio Sparagna, rileggendo in maniera molto personale la celebre ngiuriata a l'ex Regina 'e Napule, di cui una delle interpretazioni più autorevoli venne data negli anni 70 dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare.
Le altre cover spaziano da Stay with me di Sam Smith, Other people di Lp, alla rilettura di importanti pagine della musica moderna come Piccolo Uomo di Mia Martini o Je ne regretted Rien di Edith Piaf. Presenti nel disco anche Patty Pravo con la sua Pensiero Stupendo e Loredana Bertè con l’indimenticabile Ninna Nanna di cui il gruppo ha già realizzato in passato due videoclip.
Tutti gli arrangiamenti curati da Stefano Benini.

I Cherries sono:

Sara Paragiani - soprano
Veronica Troscia - soprano
Chiara Dragoni - alto
Daniele Batella - tenore
Stefano Benini - basso e beat box

Guarda i video di :

The hunting
Pensiero stupendo

Ascolta "Grace Kelly"
Condividi facebook share twitter share pinterest share
ASSOCIAZIONE CULTURALE DISANIMA PIANO
Via Mazzini, 23 - 46100 Mantova
C.F. e P.IVA 02491110207
IBAN: IT93 G035 8901 6000 1057 0666 554
Sigla.com - Internet Partner