Gabriele Merli

Presente nel 2014 con  il concerto piano solo "White"  con Musiche di Philip Glass  e  Jeroen Van Veen.
 
Nasce il 1 gennaio 1975, a Livorno, città di porto, di mare e di vento.
Si diploma in pianoforte.
si laurea in musicologia.
Si abilita all’insegnamento della musica.
Insegna per professione. Insegna perchè ama la musica e questo lavoro.
E' gay, militante nell’associazione arcigay " La Salamandra" e vive ogni giorno promuovendo la libertà di essere, di amare, di apparire.
ama il suo compagno da quindici anni.
Ama il suo cane.
Sente la musica come una tela bianca: bianca come una visione. bianca come un abbaglio, allucinazione o sogno.
Semplicemente musica. Totalmente vita.
 
Minimal music
La musica minimalista vive lo spazio e il tempo come un continuum sonoro, dove non esiste frattura, frammento, scarto o ritaglio, ma “il tutto” viene percepito a favore di una globalità infinitamente divisibile, fortemente compatta.
Il movimento sonico e’ flusso di materia, spirale vorticosa, dove niente sembra avere un inizio o una fine. Uno scorrimento costante senza soluzione di continuità, assenza di direzionalità e gravita’.
Non meraviglia il galleggiamento ipnotico che lo spettatore sente di vivere, attraverso una percezione complessiva, in cui il senso forte dell’insieme definisce un’architettura musicale plastica e teatrale allo stesso tempo.
Il processo compositivo per riduzione lineare, che porta i compositori a produrre entita’ semplici ed elementari, trova piena realizzazione in una reiterazione incessante del segmento motivico, ritmico e melodico, in un perpetuo, persistente e minimalistico gioco di inserimenti di micro variazioni musicali.
Un completo stato di trance emotiva e’ (forse) il fine ultimo della minimal music.



 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
ASSOCIAZIONE CULTURALE DISANIMA PIANO
Via Mazzini, 23 - 46100 Mantova
C.F. e P.IVA 02491110207
IBAN: IT93 G035 8901 6000 1057 0666 554
Sigla.com - Internet Partner