Fabrizio Casalino

Pochi, maledetti e subito
 
Stand-up comedy è un'espressione in lingua inglese che indica uno spettacolo di umorismo interpretato da un solo comico. L'umorista si presenta di solito in piedi (da qui il termine 'stand up'), e in assenza della quarta parete.
La commedia stand-up privilegia l'artista armato solo di microfono, senza l'ausilio di altri accessori (con alcune eccezioni). I temi affrontati dal comico stand-up, vanno dalla comicità di osservazione, alla satira (politica, religiosa o sociale).
Pochi maledetti subito è un one man show dal ritmo incalzante: parole e musica si alternano con naturalezza seguendo un flusso continuo, variando timbro e intenzione, spaziando dal monologo alla canzone, da una tematica all’altra, usando la testa con ironia e voglia di ridere. Con quindici anni di esperienza nei live, Casalino porta in scena se stesso: le sue esperienze quotidiane, vissute ora con amore ora con raggelante cinismo. Una comicità intelligente, mai scontata. Cosa vuol dire essere padre oggi? Chi ha scritto la canzone d’amore più bella degli ultimi vent’anni, e perché contiene una maledizione? Cosa succede se arrivi al pronto soccorso in una situazione imbarazzante? Cosa sarebbe cambiato se De André fosse stato di Rimini? Siamo sicuri che l’uomo si sia evoluto? Come mai l’Italia è così varia e diversa? 
Uno spettacolo senza giochi di parole, mai banale, che parte dal vero e sul vero cambia il punto di vista, usando la comicità come una lente di ingrandimento, per svelare il comico nell’ esperienza dell’autore, nell’esperienza di tutti.

Fabrizio Casalino  ha presenziato alla quarta edizione di Disanima Piano con lo spettacolo "Pochi, maledetti e subito". 
All'inizio degli anni novanta  inizia a suonare in svariati locali genovesi fino a partecipare al Premio Tenco. Nel 1996, mentre termina gli studi di giurisprudenza, pubblica il primo album Come un angelo, titolo della canzone che arriverà seconda ad Un disco per l'estate . Grazie a questo successo Raffaella Carrà lo invita ad esibirsi a Carramba che sorpresa.
Ben accolto dalle radio, il disco viene tradotto in spagnolo e pubblicato in tredici nazioni dell'area sudamericana e Casalino prende parte a varie esibizioni in Argentina, Uruguay, Venezuela.
Nel 1999 inizia una collaborazione con il gruppo comico Cavalli Marci già popolare in televisione per la partecipazione al programma Ciro. L'esperimento funziona e gli permette di scoprire la sua vena comica, coltivata negli anni seguenti con l'amico Enrique Balbontin per lo spettacolo "La notte dei Fufu" e il programma radiofonico "E allora no".
Partecipa con i Cavalli Marci e Balbontin ad alcune serate a Colorado Cafè in compagnia di Diego Abatantuono. Il gruppo viene scelto anche per partecipare alla trasmissione televisiva Bulldozer su Rai 2
Nel 2002 collabora alla scrittura del brano Sapevo il credo, pubblicato da Cristiano De André nel suo album Scaramante.
Passa alle reti Mediaset nel programma Colorado Cafè Live facendosi notare soprattutto per il personaggio di Giginho, un fantomatico cantautore di Rio de Janeiro che canta testi comici, sempre accompagnandosi con la chitarra in un approssimativo ma umoristico portoghese. Diventano inoltre popolari le sue parodie di celebri cantautori (Carmen Consoli, Franco Barttiato, Vasco Rossi, Fabio Cioncato, Jovanotti, Gigi D'Alessio, Gianluca Grignani,  giocate sui paradossi dei loro stili compositivi.
Nel 2004 pubblica il  CD Italia Brasile sola andata nelle vesti di Giginho, mentre, l'anno seguente, esce il libro Quattro salti in favela. Nel 2008 prende parte al programma Mai dire Martedì dove imita Mario Biondi mentre dà vita anche al personaggio di Mirko, un pigro ragazzo moderno.
Nell'edizione 2009 aggiunge l'imitazione del vescovo revisionista Richard Williamson e lo sketch Sciccherie, parodia di Nonsolomoda, in cui tratta beni di lusso senza badare alla crisi economica, stigmatizzando l'approccio elitario ed edonista dei programmi del genere.
Nel 2011 partecipa all'album di Mario Biondi "Due" interpretando con quest'ultimo il brano "Finale in Dissolvenza", brano di Casalino composto a Nashville a conclusione del viaggio del 1998. Nello stesso anno partecipa a Glob Spread, programma di Rai 3 condotto da Enrico Bertolino dove imita il ministro Corrado Passera e un suo figlio immaginario, il cardinale Bagnasco e un anonimo blogger che lancia proclami sul web con pretese scientifiche, ma finisce sempre per virare sull'informazione da rotocalco.
Nel 2012 vince, come cantautore (attività che non ha mai tralasciato del tutto), il Premio Bindi a S.Margherita Ligure.
Nel 2014 prende nuovamente parte a Colorado imitando Gianluca Grignani e riprendendo il personaggio di Giginho. 

GUARDA IL VIDEO DI "CASA MIA"
Fabrizio Casalino
Fabrizio Casalino
Fabrizio Casalino
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
ASSOCIAZIONE CULTURALE DISANIMA PIANO
Via Mazzini, 23 - 46100 Mantova
C.F. e P.IVA 02491110207
IBAN: IT93 G035 8901 6000 1057 0666 554
Sigla.com - Internet Partner